Villaggi Salento
Sei in: 

Villaggi Salento » Cosa vedere a Calimera, nel Salento

Cosa vedere a Calimera, nel Salento

Stele funeraria di Calimera (Le)

Dai musei al Monumento ai caduti: viaggio tra le vie di Calimera

A circa 15 km da Lecce si trova Calimera, un piccolo comune che offre ospitalità a meno di 8.000 abitanti. Il territorio su cui sorge fa parte dell'area nota come "Grecìa Salentina": a caratterizzarlo, ancora oggi, sono gli omaggi alla cultura greco-bizantina, diffusasi nella regione pugliese tra il VI e il XII secolo. Il nome Calimera deriva dalla parola greca "Kalimera", ossia "buongiorno". Tra chiese, musei e monumenti megalitici, una visita a questo paese può rappresentare l'occasione per rivivere un'epoca passata sorprendente, ricca di testimonianze storiche ed artistiche durante le vostre vacanze in Salento.

Calimera offre, infatti, agli appassionati di musei, alcuni luoghi imperdibili, primo tra tutti il "Museo Civico di Storia Naturale del Salento", all'interno del quale vengono proposte al pubblico raccolte di botanica, affiancate ad altre collezioni dedicate a branchie come la paleontologia e l'ornitologia. Ulteriori sezioni del museo hanno per oggetto la mammologia, la mineralogia, l'embriologia e la malacologia; quest'ultima vede una ricca collezione di conchiglie mediterranee. Negli ultimi anni sono state allestite nuove sezioni, tra le quali si ricordano quelle di botanica e di astronomia (compreso un planetario). Ad aver contribuito alla fama della struttura, oltre ai reperti presenti, sono anche le attività collaterali come, ad esempio, la reintroduzione della fauna selvatica in ambienti naturali e la marcatura delle tartarughe marine. Non a caso il museo riveste anche la funzione di "Osservatorio Faunistico Provinciale" e può contare sull'operato svolto da un ambulatorio veterinario interno.
Un museo di dimensioni contenute, ma altrettanto interessante, è la "Casa-Museo della civiltà contadina e della cultura grika". Tra le sue sale sono presenti oggetti d'uso quotidiano, ma anche testi autografi scritti in lingua grika. Vi sono inoltre custoditi alcuni lampioni, realizzati in carta velina, utilizzati il giorno della festa di San Luigi (il 21 giugno) per illuminare le vie centrali del paese.

Chi si trova da queste parti per le vacanze estive ha l'occasione di prendere parte, nel mese di luglio, alla Festa patronale di San Brizio. Il patrono, allievo di San Marino e divenuto Vescovo di Tours, in territorio francese, ha vissuto parte della propria vita da uomo ricco, non disdegnando i piaceri e, in base alle informazioni raccolte in merito alla sua figura, non rimanendo estraneo ad episodi di violenza, salvo poi convertirsi. Una particolarità legata al Santo è la presenza di due reliquie, la seconda delle quali (un osso del cranio) è stata trasferita dal territorio francese alla Chiesa Matrice. La festa si svolge il 29 luglio, data nella quale ebbe luogo proprio la traslazione delle reliquie.
Chi preferisce dedicarsi alle vacanze nel mese di Settembre, invece, ha l'opportunità di prendere parte alla "Fiera mercato della Madonna di Costantinopoli". In tale occasione, oltre a conoscere prodotti dell'artigianato locale, è possibile assistere ad alcuni spettacoli. Proprio in onore della Madonna, inoltre, è stata costruita una chiesetta nella zona di periferia.

Altra attrazione di Calimera ad aver raggiunto un buon livello di popolarità è la stele funeraria in marmo bianco, ricevuta in dono dalla città di Atene nel 1960 e posta all'interno del parco pubblico. Raggiungendo Piazza dei Caduti, i turisti possono ammirare il Monumento omonimo, realizzato in bronzo e posto su un piedistallo in marmo di Carrara. Opera del Bertone, artista nato a Ruffano, nella provincia di Lecce, riporta i nomi delle vittime delle due Guerre Mondiali e rappresenta la "Vittoria".

 

 

Le chiese e i dintorni di Calimera, tra dolmen e boschi

A caratterizzare Calimera è anche l'elevato numero di edifici religiosi. Il più importante è la Chiesa Matrice, nata, come già accennato, per rendere omaggio a S. Brizio. Realizzata nel 1689 sui resti di una chiesa di origine greca, dispone di una pianta a croce latina e di un campanile. Si trova in quella che è la piazza più importante di Calimera, Piazza del Sole.
A poca distanza è possibile visitare la piccola Cappella del Crocifisso, in origine privata. Sono soprattutto gli interni a sorprendere, dove spiccano l'altare sormontato da un crocifisso in legno, opera risalente al '600, e la raffigurazione dei 4 evangelisti negli affreschi che adornano le volte.

Occorre percorrere qualche metro al di fuori del centro abitato per arrivare al cospetto della Chiesa di San Vito. A renderla meritevole di una visita è soprattutto la presenza di un masso calcareo di grandi dimensioni, conosciuto come "Pietra forata" in virtù del foro di 30 centimetri che lo rende unico. Tale masso, e il foro corrispondente, erano legati ad un rito pagano al quale le popolazioni della zona ricorrevano per garantire a terra, piante, animali e donne, la fertilità. La tradizione deriva direttamente dal culto della "Grande Madre", divinità femminile rappresentante, in primo luogo, la fertilità e la rinascita spirituale. Ancora oggi, in occasione del Lunedì dell'Angelo (ossia il giorno successivo alla Pasqua), i residenti sono soliti raggiungere la chiesetta e scivolare attraverso il foro per guadagnarsi, attraverso il "rito del passaggio", fertilità, ricchezza e benessere. È stata proprio l'importanza raggiunta dal masso nel corso dei secoli a portare alla costruzione della chiesetta, avvenuta nel '500. L'edificio è circondato dal bosco di Calimera, nel quale si susseguono esemplari tipici della macchia mediterranea e filari di ulivi.

Sempre a poca distanza dalla Chiesa di San Vito meritano di essere ricordate le cappelle dedicate a San Biagio e San Nicola. La prima è situata in aperta campagna, lungo la strada che conduce a Melendugno. L'area in cui sorge propone numerose testimonianze archeologiche risalenti al periodo storico compreso tra il II e il XV secolo d.C. 

Calimera offre ai visitatori anche una serie di monumenti megalitici, comprensivi dei famosi dolmen. Questi ultimi rappresentano dei monumenti sepolcrali, e sono costituiti da diverse lastre (partendo da un minimo di 3) conficcate nel suolo, sulle quali sono poggiate in orizzontale una o più lastre di dimensioni maggiori. Il più noto della zona, a circa 3 km dal Paese, è il dolmen "Placa", raggiungibile percorrendo la strada che unisce Calimera a Melendugno. A caratterizzarlo è l'unica lastra posta come copertura, il cui perimetro tocca i 7 metri. La medesima strada conduce al dolmen Gurgulante; anche in questo caso è presente un'unica lastra, che sormonta le 7 pietre conficcate nel terreno.

 

 

Newsletter

iscriviti per
ricevere le
offerte in Puglia

Informativa per il servizio newsletter offerto da questo sito

I Titolari del trattamento dei dati forniti dall'interessato per l'iscrizione al servizio newsletter con contenuto commerciale, HELLO VACANZE S.r.l. con sede in Via Andrea Costa, 2 - 63822 Porto San Giorgio (FM) e SVILUPPO TURISMO ITALIA S.r.l. unipersonale con sede in Via Andrea Costa, 2 - 63822 Porto San Giorgio (FM) forniscono le seguenti informazioni circa il trattamento di tali dati.
Ai sensi dell'art 13 del Regolamento UE 2016/679 ("Regolamento") desideriamo informarLa che i Suoi dati personali, liberamente conferiti, mediante la compilazione del presente form saranno utilizzati per l'invio della nostra mailing periodica.
Il conferimento si rende necessario per l'iscrizione richiesta. Il mancato conferimento dei dati comporterà l'impossibilità di aderire al servizio.

Finalità del trattamento dei dati trattati

I dati personali forniti volontariamente dagli utenti saranno trattati esclusivamente per l'invio di mail contenenti offerte commerciali e, con separato consenso da esprimersi nelle pagine dedicate contestualmente a richiesta di offerte e preventivi, per l'analisi delle Sue scelte di consumo al fine di poterLa servire al meglio.

Chi tratterà i Suoi dati

Potranno venire a conoscenza di tali dati i soggetti autorizzati al trattamento di HELLO VACANZE S.r.l., preposti alla gestione del servizio newsletter, e di SVILUPPO TURISMO ITALIA S.r.l. unipersonale.
I Suoi dati saranno trattati con modalità manuali, informatiche e/o telematiche e non saranno né comunicati né diffusi ulteriormente a quanto specificato nella presente informativa.
Specifiche misure di sicurezza sono comunque sempre osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.
La informiamo che per l'invio della newsletter viene utilizzata la piattaforma informatica MailUp di proprietà di MailUp S.p.A., con sede legale in Viale Francesco Restelli 1 - 20124 Milano (MI), Codice Fiscale e Partita IVA 01279550196 (o outsourcer).
Sui server direttamente gestiti dall'outsourcer verrà memorizzato il Suo indirizzo email. MailUp tutela gli invii effettuati per tramite della Sua piattaforma con una policy disponibile al link: https://www.mailup.it/risorse-mailup/strategia/privacy-email-marketing/.

Qual è la base giuridica del trattamento dei suoi dati?

I dati che ci fornisce per l'iscrizione alla newsletter vengono trattati in base al Suo consenso.

Come vengono trattati i suoi dati e per quanto tempo?

I dati personali sono trattati per l'invio delle comunicazioni a mezzo mail con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.
I dati trattati per le finalità commerciali di cui alla presente informativa, saranno conservati fino all'eventuale revoca del Suo consenso al trattamento dei dati personali e comunque per non oltre due anni.
I dati trattati per le finalità di profilazione di cui alla presente informativa, saranno conservati fino all'eventuale revoca del Suo consenso al trattamento dei dati personali e comunque per non oltre un anno.
In qualsiasi momento dall'adesione al servizio, Lei potrà interrompere gli invii delle stesse utilizzando l'apposita funzionalità, presente in ogni comunicazione e-mail.
Da quel momento in poi, non riceverà tale tipologia di comunicazioni a meno che non si proceda volontariamente ad una nuova iscrizione.
Al momento della revoca del consenso, anche se espresso precedentemente alla scadenza del termine di conservazione dei dati raccolti per tali finalità, gli stessi saranno automaticamente cancellati ovvero resi anonimi in modo permanente e la nostra Società potrà chiederLe di rinnovare, anticipatamente a tale revoca, il consenso al trattamento.

Come potrà esercitare i suoi diritti?

Potrà rivolgersi per e-mail agli indirizzi email privacy o email privacy, per verificare i Suoi dati e farli integrare, aggiornare o rettificare e/o per esercitare gli altri diritti previsti dagli artt. da 15 a 22 del Regolamento.
In qualsiasi momento dall'adesione al servizio, Lei potrà interrompere gli invii delle stesse utilizzando l'apposita funzionalità, presente in ogni comunicazione e-mail.
Da quel momento in poi, non riceverà tale tipologia di comunicazioni a meno che non si proceda volontariamente ad una nuova iscrizione.
Per ogni ulteriore informazione in merito al trattamento dei Suoi dati la invitiamo a consultare l'informativa completa presente nel nostro sito.